Contributi per famiglie

Di seguito trovate elencati i contributi dedicati al sostegno alla famiglia (buoni spesa, contributi, sgravi).

Ricominciamo insieme di Caritas diocesana

Alle famiglie in difficoltà per la perdita del reddito, domiciliate stabilmente nella Diocesi di Bergamo, con entrate mensili uguali o inferiori a 400 euro a persona ad esclusione delle spese per il mutuo o l’affitto della prima casa e comprensivi di altri contributi ricevuti a seguito di specifiche disposizioni emanate dal Governo, Regioni e Comuni per far fronte all’emergenza Covid.

Famiglia

Quali documenti presentare?

  • Unico 2019 
  • Modello 730/2019 
  • Isee 2020 ( se disponibile)

Con che modalità viene erogato il contributo?

Il contributo mensile sarà erogato tramite la Mastercard SOLDO. La carta di credito sarà abilitata al pagamento delle sole necessità primarie, come di seguito elencate

  • Abitazione: spese legate all’abitazione: mutuo, affitto, bollette, tari, tasi, imu, assicurazioni…
  • Alimentari: alimenti e prodotti per l’igiene personale 
  • Educative: a settembre con la ripartenza della scuola sarà necessario provvedere alle esigenze dei figli (libri di testo, abbonamenti mezzi pubblici, cancelleria, rette scolastiche, mensa. Sono esclusi i prodotti tecnologici) 
  • Disabilità: spese per la cura di persone disabili

Reddito d’emergenza INPS

Il REM è riconosciuto ai nuclei familiari in possesso dei requisiti socio-economici previsti dalla legge (articolo 82, commi 2, 3 e 6). Come per il Reddito di Cittadinanza, il beneficiario della prestazione non è quindi il singolo richiedente ma l’intero nucleo familiare.

Il nucleo familiare è quello attestato nella DSU valida al momento della presentazione della domanda.

Il reddito familiare, riferito alla mensilità di aprile 2020, e il patrimonio mobiliare si determinano secondo i criteri stabiliti dalla legge (rispettivamente: articolo 4, comma 2 e articolo 5, comma 4, del DPCM n. 159 del 2013).

La soglia di reddito familiare per la verifica della sussistenza del requisito si ottiene moltiplicando il valore della scala di equivalenza per 400 euro.

Composizione del nucleo Scala di equivalenza Soglia del reddito familiare ad aprile 2020
Un adulto 1 400 euro
Due adulti 1.4 560 euro
Due adulti e un minorenne 1.6 640 euro
Due adulti e due minorenni 1.8 720 euro
Tre adulti e due minorenni * 800 euro
Tre adulti (di cui un disabile grave) e tre minorenni 2,1** 840 euro

Indennità per lavoratori domestici INPS

È attivo il servizio online per la presentazione delle domande per l’indennità Covid-19 per lavoratori domestici. La misura straordinaria di sostegno è stata introdotta dall’articolo 85 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 (cosiddetto “decreto Rilancio”) per supportare i lavoratori domestici in condizioni di difficoltà economica causata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.Il messaggio 26 maggio 2020, n. 2184 informa, più nel dettaglio, che l’indennità è destinata ai lavoratori domestici non conviventi con il datore di lavoro che, alla data del 23 febbraio 2020, avevano in essere uno o più contratti di lavoro per una durata complessiva superiore a 10 ore settimanali. L’indennità per lavoro domestico (indennità LD) è riconosciuta per i mesi di aprile e maggio 2020 con un importo di 500 euro per ciascun mese ed è erogata dall’INPS in un’unica soluzione.

TUTORIAL COMPLETO.

 

Nessuno Resti Indietro di Caritas

#NessunoRestiIndietro è un fondo che nasce per sostenere le persone più fragili colpite dall’emergenza Covid-19, e in particolare coloro che non rientrano nei criteri previsti dal Fondo Diocesano Ricominciamo Insieme (creato per sostenere famiglie e piccole imprese che hanno avuto una riduzione del reddito).

Un ruolo centrale del progetto è dato dal rapporto di ascolto e accompagnamento che i centri di ascolto parrocchiali costruiscono con i beneficiari.

Per fare domanda è necessario presentare i seguenti documenti (da agosto a dicembre 2020):

  • ISEE 2020 (inferiore ai 20mila euro)
  • DID o busta paga per tutti maggiorenni del nucleo del mese in cui si fa richiesta
  • Eventuale ricevuta del pagamento di mutuo o affitto
  • Estratto conto bancario dell’ultimo trimestre

Per presentare la domanda, rivolgersi al centro di ascolto della propria parrocchia (o a quello più vicino). L’elenco è disponibile qui: www.caritasbergamo.it/dove-sono/