Residenzialità Leggera

L’abitare di anziani e disabili che interroga la comunità

Casa Amica, in rete con il Comune di Bergamo e con i principali consorzi di cooperative sociali, ha in atto alcuni progetti con i quali definire risposte adeguate e sostenibili al bisogno abitativo espresso dalla popolazione anziana e da persone con disabilità leggera che hanno un livello di autonomia sufficiente per abitare in un alloggio secondo un approccio di housing. Questa domanda è espressa da persone che hanno bisogno, per alcune fragilità o limitate riduzioni di autonomia, di una soluzione abitativa adatta ai cambiamenti in corso mantenendo le caratteristiche proprie dell’abitazione.

La Fondazione può essere anche lo strumento giuridico adeguato per il conferimento di alloggi destinati a questi scopi, proponendosi quale garante nei confronti delle famiglie che le affidano il proprio patrimonio (in proprietà o comodato) e quale gestore del patrimonio stesso.

La prima realizzazione riguarda il progetto “La città leggera” che, grazie al contributo di Cariplo e alla partecipazione del Comune di Bergamo e Consorzio Solco, ha messo in disponibilità 9 alloggi per diversificate forme di accoglienza per disabili.

La seconda direzione si sta percorrendo attraverso il progetto Oikos che, partendo da un’esperienza pilota del Consorzio Ribes di una comunità alloggio per anziani nel Villaggio degli Sposi a Bergamp, intende mettere a sistema altre disponibilità abitative in grado di rispondere al bisogno di anziani non autosufficienti, pur mantenendo una dimensione dell’abitare ricca di relazioni e a costi contenuti.

popup-5permille