Abitare la casa e il condominio

Abitare in un condominio significa condividere spazi e servizi con altre famiglie

La convivenza presuppone l’accettazione del regolamento condominiale che ha lo scopo di garantire i diritti di ciascuno nel rispetto delle esigenze di tutti, e ribadire i doveri di ognuno per una gestione efficiente a vantaggio del locatore e del conduttore.

Il mancato rispetto del regolamento condominiale compromette innanzitutto una convivenza serena e, se grave e reiterato, può diventare una motivazione sufficiente per la risoluzione del contratto di locazione.

Ogni condominio adotta un proprio regolamento: è utile qui sottolineare gli aspetti che, in base all’esperienza, risultano più critici e quelli ai quali chiediamo di porre maggior attenzione:

  • evitare rumore e schiamazzi, soprattutto nelle fasce orarie notturne e di riposo;
  • la raccolta dei rifiuti, se non è differenziata, diventa un costo aggiuntivo per tutti;
  • l’uso corretto degli impianti riduce gli interventi di manutenzione e abbassa i costi, anche per gli inquilini;
  • gli spazi comuni (androni, scale, corselli, locali, …) devono essere mantenuti in condizioni decorose ed essere a disposizione di tutti;
  • infine, ma questo non è scritto in nessun regolamento, instaurare un rapporto positivo con i vicini e con l’ente gestore è l’inizio di una convivenza condominiale serena.

Siete invitati a leggerlo attentamente quando vi viene consegnato e discuterlo con gli operatori. Esigenze particolari che richiedono deroghe devono essere approvate dall’amministratore di condominio.

Affinché un condominio sia luogo di convivenza e che tutti i servizi (pulizia, gestione rifiuti, impianti, illuminazione …) siano erogati in modo adeguato è necessario che tutti i condomini corrispondano gli importi dovuti per le spese condominiali e che utilizzino gli spazi e le attrezzature comuni senza sprechi e con  la cura necessaria.

Gli inquilini devono essere informati anche della normativa vigente in materia di manutenzione. Le manutenzioni del condominio e dell’alloggio si dividono generalmente in ordinarie e straordinarie.

A seconda della tipologia, della dimensione e dell’origine del danno o del problema insorto, le responsabilità e i costi sono a carico dell’inquilino, del proprietario o ripartite tra le parti. Per la ripartizione delle spese, Fondazione Casa Amica e Abita cooperativa sociale, fanno riferimento  al Manuale di ripartizione delle spese di manutenzione allegato.

popup-5permille