Bambini e ragazzi

Di seguito trovate elencati i contributi dedicati ai bambini e ragazzi (buoni scuola, agevolazioni ecc.)

Dote scuola di Regione Lombardia

Dal 7 aprile al 29 maggio 2020 è possibile presentare domanda di contributo per l’acquisto di libri di testo, dotazioni tecnologiche e strumenti per la didattica o per una borsa di studio statale.

Come partecipare? Cosa serve?

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo http://www.bandi.servizirl.it a partire: dalle ore 12:00 del 7 aprile 2020 ed entro le ore 12:00 del 29 maggio 2020. Tutti i dettagli relativi alla procedura guidata di presentazione delle domande sono definiti all’interno di un manuale appositamente predisposto, disponibile all’interno del Sistema informativo dalla data di apertura del Bando. Per presentare la domanda di partecipazione al Bando, la persona incaricata alla compilazione della domanda in nome e per conto del soggetto richiedente deve: registrarsi alla piattaforma Bandi online, compilare la domanda online di partecipazione al Bando “Dote Scuola – Materiale didattico”, seguendo le istruzioni contenute nel sistema on-line e nella guida; confermare i dati inseriti, inviare la domanda a Regione Lombardia e verificare la protocollazione.

Bonus Babysitter per babysitter e Centri ricreativi estivi – INPS

A chi si rivolge?

l bonus per servizi di baby-sitting è rivolto ai genitori (alternativamente fra loro) appartenenti alle seguenti categorie di lavoratori:

  • dipendenti del settore privato;
  • iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata (di cui all’articolo 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335);
  • autonomi iscritti all’INPS;
  • autonomi iscritti alle casse professionali (previa la comunicazione da parte delle rispettive casse previdenziali del numero dei beneficiari).

Per effetto di quanto previsto dall’articolo 25, comma 3, del decreto-legge 18/2020, dal 5 marzo 2020 il bonus per l’assistenza dei figli minori di 12 anni spetta anche ai lavoratori dipendenti del settore sanitario pubblico e privato accreditato, alternativamente al congedo specifico di cui stiano già fruendo, appartenenti alle seguenti categorie.

Come funziona?

Il bonus per servizi di baby-sitting spetta nel limite massimo complessivo per il nucleo familiare di 600 euro, da utilizzare per prestazioni di assistenza e sorveglianza dei figli nel periodo di chiusura dei servizi educativi scolastici.

In presenza di più figli di età inferiore a 12 anni, il bonus può essere richiesto anche per tutti i figli, ma in misura complessivamente non superiore a 600 euro per il nucleo familiare.

Dove fare domanda? QUI