Contratto transitorio

Il contratto transitorio è disponibile solamente a quelle persone che possono motivare la propria transitorietà al Comune di Bergamo (vedi punto 1 requisiti). Il numero di mesi è variabile e dipende alla data di termine del contratto di lavoro a tempo determinato o dell’iscrizione agli istituti scolastici/universitari.

Requisiti per contratto transitorio (alloggi arredati):

  • E’ possibile richiedere l’alloggio solo nel caso in cui si rientri in queste categorie: studente di corso universitario, post universitario/master OPPURE lavoratore con contratto a tempo determinato. Non è possibile firmare questo tipo di contratto nel caso di lavoro a tempo indeterminato;
  • La distanza intercorrente tra il Comune di residenza e il luogo di lavoro/studio non deve essere inferiore a 30 km;
  • Per i lavoratori a tempo determinato: Essere in possesso di una fonte di reddito adeguata a sostenere le spese di locazione (indicativamente l’incidenza del costo dell’alloggio sul reddito non deve superare il 30%). Per gli studenti: sottoscrizione di garanzia da parte dei genitori/tutori (dichiarazione d’intento) allegando CU e buste paga.
  • Non occupare o aver occupato abusivamente alloggi pubblici negli ultimi cinque anni, di cui all’art. 8, comma 1, lett. I) del Regolamento n. 1/2004;
  • Essere in possesso della cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea (o di altro Stato, qualora il diritto di assegnazione di unità abitativa Erp sia riconosciuto in condizioni di reciprocità da convenzioni o trattati internazionali), ovvero titolare di carta di soggiorno o in possesso di permesso di soggiorno come previsto dalla vigente normativa;e) di avere un reddito ISEE che viene calcolato sulla base del reddito complessivo del nucleo familiare (di appartenenza in caso non si dispone di reddito proprio) non superiore a 44.000,00 Euro;
  • Di essere disponibile a condividere l’alloggio con un’altra persona assegnataria;
  • Non essere sottoposto a procedura di sfratto eseguito o in corso di esecuzione o di non essere sottoposto a rilascio dell’alloggio pubblico, eseguito o in corso di esecuzione;