Cos’è l’housing sociale

Alternativa all’acquisto della casa, condizioni economiche vantaggiose, alloggi per le persone in difficoltà, partecipazione e abitare consapevole

Casa Amica condivide questi elementi, integrati e collegati tra loro, in una visione di insieme in rapporto con il territorio. In quest’ottica housing sociale è soprattutto:

  1. un alloggio dignitoso in locazione a un costo contenuto;
  2. la creazione delle condizioni per un abitare attento alle relazioni;
  3. l’interazione con i bisogni e le risorse del quartiere;
  4. l’insieme dei servizi economici e sociali di accompagnamento per il mantenimento del diritto alla casa;
  5. un’opportunità di integrazione tra persone e culture diverse.

 

In generale, il concetto di housing sociale assume diverse connotazioni in base al punto di vista assunto:

  • in Europa il termine social housing designa tutte le politiche e gli interventi mirati alla realizzazione e alla gestione, sia da parte dello Stato che da parte di organizzazioni no profit, anche con la collaborazione di privati, di alloggi economicamente accessibili.
  • Secondo CECODHAS (Comitato di Coordinamento Europeo per l’Abitare Sociale), social housing significa offrire alloggi e servizi con forte connotazione sociale a coloro che non riescono a soddisfare il proprio bisogno abitativo sul mercato per ragioni economiche o per assenza di un’offerta adeguata, cercando di rafforzare la loro condizione.
  • In Italia il termine viene frequentemente utilizzato negli ultimi anni a indicare progettualità e politiche anche molto diverse per scopi e finalità. In realtà, dal punto di vista legislativo, nel nostro paese viene definito alloggio sociale l’unità immobiliare adibita a uso residenziale, in locazione permanente, che svolge la funzione di interesse generale di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati, ovvero non in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato (DM 22/4/08).

Per fare un affondo locale su tale concetto, il PGT del Comune di Bergamo, tra i primi a livello regionale, introducendo la categoria di Residenza sociale, attribuisce all’housing sociale, in particolare all’edilizia residenziale in locazione a canone calmierato, il ruolo di servizio al fine di dare una più adeguata risposta alle famiglie in condizioni economiche maggiormente disagiate, alle giovani coppie e alle popolazioni temporanee.

Rientrano in questa categoria:

  • edilizia residenziale pubblica in affitto;
  • edilizia residenziale in locazione a canone calmierato;
  • edilizia residenziale temporanea;
  • edilizia per il disagio abitativo.

popup-5permille